Apple è un’azienda, una fra le più famose, che vende prodotti tecnologici di fascia alta, fra cui iPhone, iPad, Mac e non solo. Tutto è partito da due informatici in un garage( Steve Jobs e Stephen Wozniak) e ora è la prima azienda ad aver raggiunto mille miliardi di dollari di capitalizzazione in USA, ma non la prima al mondo…

La notizia fa stupire tutti, il colosso tecnologico di Cupertino giovedì ha raggiunto una capitalizzazione di 1000 miliardi di dollari, con una quotazione di 207,05 dollari di valore a Wall Street. Un successo ancor più di rilievo se comparato con lo stato dell’azienda poco più di vent’anni fa, in procinto di andare in bancarotta. Da quel periodo Apple si sollevò e divenne sempre più innovativa grazie ai suoi prodotti di punta come iPhone, iPad, Mac e iPod.

 

Il primo giorno in cui Apple entrò in borsa fu il 3 dicembre 1980, con un valore per azione di soli 3 dollari e mezzo. Per il primo Macintosh invece dobbiamo attendere fino al 1984 quando Steve Jobs vendette il primo Macintosh ad un prezzo di 2.495 dollari. Fino al 1998 il record di valore per azione raggiunto fu di circa 14 dollari, a quel tempo era già pazzesco quel risultato. Ma il vero successo lo raggiunse con il lancio del primo iPod sul mercato, ma soprattutto del primo iPhone con più di 4 milioni di vendite conquistando il 19% del mercato degli smartphone negli Stati Uniti d’America. Per rendersi conto della crescita del titolo fino ad oggi se qualcuno avesse investito 10000 dollari a quel tempo, ora si troverebbe in tasca un patrimonio immenso, ben 2,6 milioni di dollari.

 

Apple è la prima azienda in America ad aver raggiunto quest’obiettivo, ma c’è un precedente e si trova in Cina. Si tratta della compagnia PetroChina che nel 2007 riuscì a raggiungere la capitalizzazione record, per poi precipitare.

 

Sebbene le vendite hardware siano calate recentemente, Apple riesce a mantenere alti i ricavi grazie al comparto servizi, sempre più in crescita. I servizi come App Store, Apple Music, CarPlay registrano ricavi pari a 9,5 miliardi di dollari con un aumento del 31%. App Store infatti attrae milioni di sviluppatori ogni anno e l’azienda organizza annualmente una conferenza a loro dedicata, la WWDC( World Wide Developer Conference).

 

L’azienda di Cupertino, tuttavia non è l’unica ad aver avuto grande successo negli USA; infatti altre aziende hi-tech come Amazon e Google sono ad un passo da questo traguardo:il valore azionario in borsa del colosso di Seattle, Amazon, con una capitalizzazione di 920 Miliardi di dollari registra un trend positivo negli ultimi 3 mesi aumentando il valore di quasi 14 punti. Il rivale Google, invece, con una capitalizzazione pari a 871 Miliardi di dollari, guadagna più di 17 punti negli ultimi 3 mesi.

 

Il CEO di Apple, Tim Cook, non ha commentato la vicenda pubblicamente, ma ha inviato una lettera di ringraziamento a tutti i dipendenti dell’azienda congratulandosi con tutti gli sviluppatori, clienti e partner.(di seguito un estratto della missiva)

“Come Steve ha sempre fatto in momenti come questi, dovremmo tutti guardare al brillante futuro di Apple e al grande lavoro che faremo insieme.”

Con queste parole Cook conclude.

 

Prospettive per il futuro? Dipende molto dalle vendite dei prossimi devices di punta di Apple, alcune voci di corridoio fanno pensare ai futuri iPad Pro senza bordi, iPhone X plus da 6.1” come modello Top di gamma e iPhone X “low cost” con uno schermo LCD e bordi più spessi. Tuttavia avremo la conferma a settembre alla conferenza annuale di Apple.

Studente del liceo Scientifico Leonardo Da Vinci.