Ieri, 25 Febbraio, un incendio ha causato la distruzione di alcune centinaia di ettari di terreno sul monte Serra, in provincia di Pisa (la stima è di 200 ettari). L’incendio si è diramato sul versante Vicopisano e su quello di Buti, radendo al suolo il bosco, in parte già scomparso l’anno scorso.

La colpa va attribuita a  un anziano, il signor Mario Abbondanza, residente e detentore di un podere sul monte che, intento a bruciare alcuni rovi e alcune erbacce, non ha tenuto conto del vento. Egli afferma di aver appiccato le fiamme verso le 9.15 di mattina, dopo aver ripetutamente controllato che non ci fosse vento e dopo aver circoscritto l’area per “prevenire” il danno. Ma a quanto pare non è bastato. Si è poi giustificato affermando le seguenti parole: “Il vento ha portato il fuoco in giro per il monte, ma come potevo immaginarlo io?” e ancora: “Non potevo immaginarmi che sarebbe successo tutto questo. Maledetto me. E la sfortuna” (come riportato da La Nazione). [1]

In un video che gira sul web, il signor Abbondanza accusa anche i vigili del fuoco di non essere intervenuti in maniera adeguata, lasciando la possibilità alle fiamme di prendere il sopravvento.

La sera stessa, il sindaco di Vicopisano Juri Taglioli ha deciso di far evacuare i residenti della zona, per evitare di esporli a eventuali pericoli;  ha anche ordinato la chiusura delle strade che circondano il monte per lasciare la possibilità ad automezzi e veicoli dei vigili del fuoco di muoversi con più libertà.

Attualmente l’incendio è sotto controllo, grazie principalmente agli elicotteri e al Canadiar, utilizzati per domare le fiamme. Alcune fonti inoltre affermano che scuole, strade e istituzioni in generale, dovrebbero riaprire entro Mercoledì 27 Febbraio.


[1] https://www.lanazione.it/pisa/cronaca/monte-serra-1.4463011