“Firenze itinerari del Novecento”, una guida scritta a più mani dedicata non solo ai turisti ma anche a chi abita nella città “culla del Rinascimento”. Il testo, realizzato dall’APAB Agenzia formativa e da Nardini Editore, è a cura di Lia Bernini, docente all’Istituto di formazione professionale APAB, e gli autori, laureati in storia dell’arte e architettura, sono anche degli esperti di Firenze. Il libro vuole mostrare i luoghi e le opere d’arte realizzate nel Novecento, perché queste spesso sono oscurate dalla fama delle opere rinascimentali, che le rendono sconosciute alla maggior parte di persone, fiorentini e non solo. La guida è divisa in itinerari che riguardano le piazze del Centro, i locali, i caffè e i cinema, ma anche interi quartieri come Campo di Marte e Isolotto. Vengono analizzati luoghi come Piazza Santa Maria Novella, Piazza Ognissanti oppure il Caffè Gilli o Le Giubbe Rosse ma anche il cinema Odeon ed Excelsior (ora la libreria IBIS).  Gli edifici vengono descritti a livello architettonico e viene raccontata la loro storia con l’aggiunta di curiosità, ad esempio nella sezione dedicata al caffè Giacosa c’è una piccola parte dedicata al cocktail Negroni, nato in questo locale quasi cento anni fa. Sono presenti anche itinerari riguardanti la pittura, come quello dedicato al pittore Pietro Annigoni e molte sue opere sparse per Firenze. C’è anche un capitolo riguardante l’Art Déco e lo stile Liberty, di cui un esempio è il Grand Hotel Baglioni, in piazza dell’Unità, vicino alla stazione di Santa Maria Novella.

0 0 vote
Article Rating