Fifa 18 è un videogioco di calcio, pubblicato da Electronic Arts il 29 settembre 2017 in tutto il mondo. Il calcio è uno sport che, al giorno d’oggi piace e interessa persone provenienti da ogni dove. La possibilità di un gioco che possa simulare questo sport convince ed entusiasma. Nel corso degli anni le dinamiche di gioco, e le modalità presenti sono aumentate e hanno subito dei miglioramenti, il tutto finalizzato al rendere il gioco il più realistico possibile. Fifa 18 quanto è vicino alla realtà? Quali sono le novità introdotte e, sono state apprezzate in questo mese? Esaminiamole in maniera più approfondita.

Gameplay e dinamiche di gioco: Grazie ai nuovi movimenti e alle nuove animazioni delle finalizzazioni, i tiri e i colpi di testa sono più fluidi e sono state aggiunte nuove emozionanti conclusioni. I nuovi controlli dei cross, inoltre, offrono varie opzioni per mandare la palla all’interno dell’area. I cross morbidi, tesi al centro e gli assist aumentano il numero di possibilità per raggiungere con precisione l’attaccante. Dal tiki-taka al pressing alto, i nuovi stili squadra portano sui campi di FIFA 18 le tattiche dei migliori club al mondo. Il nuovo posizionamento dei giocatori garantisce maggiori opportunità per leggere le giocate nel tempo e nello spazio, mentre le tattiche migliorate garantiscono più opzioni ai giocatori, con nuovi inserimenti e un supporto continuo sulla palla. Tuttavia non convincono i portieri, il gioco ha mostrato un grande difetto riguardante i tiri da fuori area, in particolare quelli di precisione. Il portiere raramente riesce a parare tiri assolutamente centrali, magari lenti, con conseguente poco realismo.

Grafica: FIFA 18 introduce la più grande innovazione al sistema di gioco nella storia della serie, la tecnologia d’animazione Real Player, un sistema innovativo che sblocca un nuovo livello di reattività e di personalità dei giocatori. Ora Cristiano Ronaldo e gli altri campioni si muovono esattamente come le controparti sul campo reale. È possibile, inoltre, giocare in 79 stadi ufficiali, 50 dei quali dotati di licenza. Purtroppo non si può dire la stessa cosa per molti altri giocatori che in campo, hanno fattezze completamente diverse.

Ultimate team: La modalità più amata di sempre è, ovviamente presente anche nel nuovo capitolo, con importanti novità: Le Squad Battles sono state apprezzate molto in questo mese, soprattutto perché aiutano molto nella strada che porta alla formazione di una squadra forte, che necessita di un numero elevato di crediti. Si è ridotta quindi la spesa di soldi reali grazie ad esse. Consistono nell’affrontare le altre rose della community in modalità offline, per ottenere premi e scalare posizioni in classifica. I premi consistono in pacchetti e in crediti.

Altra grande novità è rappresentata dall’introduzione delle “leggende”, prima presenti solo su Xbox, anche su Play Station e PC. Chiamate icon ci permettono di giocare con atleti del calibro di Maradona, Pelè e Ronaldinho. La loro pecca è il loro elevato prezzo e la difficoltà nel trovarli all’interno dei pacchetti.

Questa modalità è presente anche su Nintendo Switch, la nuova console di casa Nintendo dove è possibile giocare sia offline che online. Sono presenti sia le sfide creazione rosa, che i draft e le stagioni.

Carriera Allenatore: Senza dubbio la carriera allenatore sta appassionando sempre più giocatori e le aspettative erano molte. Abbiamo potuto ammirare numerose novità in questo mese. La più importante riguarda le trattative di calciomercato con le altre squadre. Non si parlerà solo con la società, ma anche con l’allenatore avversario e con gli agenti del calciatore. È possibile inoltre delegare le trattative al proprio assistente dal nuovo hub mercato, nel caso in cui non si vogliano condurre direttamente. Dopo aver trattato personalmente con l’allenatore avversario, nel caso in cui l’offerta venga accettata, si potrà parlare con il giocatore. Il contratto con lui non prevederà più soltanto lo stipendio e la durata del rapporto, ma anche il ruolo preciso nella squadra e l’inserimento della clausola rescissoria; novità particolarmente apprezzata da molti utenti. Purtroppo capita che i dirigenti della squadra con cui viene trattato il giocatore, nel caso in un’offerta da loro ritenuta ridicola, chiudono le trattative e sarà possibile riprovare la settimana (nel gioco) seguente. Gli allenamenti sono stati implementati con più di 15 nuove prove abilità, che serviranno per far crescere i giocatori in generale, ma anche per far recuperare ad un infortunato la sua forma migliore. Restano alcuni problemi presenti da sempre nel gioco prodotto da EA: a volte sembra che tutto sia già deciso, nel senso che una determinata azione da parte della CPU sembra talmente poco realistica che è come sè debbano far goal per forza. Continua ad esserci il fatidico “Momentum”, ovvero il gol a tempo scaduto o, a fine primo tempo o, a fine partita da parte degli avversari.

FIFA 18 ha delle caratteristiche molto diverse dai giochi delle precedenti serie. Nel mese appena trascorso possiamo affermare con certezza che graficamente è un gioco assolutamente valido. Dal punto di vista delle modalità: la carriera allenatore convince molto, il nuovo stile, molto manageriale intriga. La modalità Ultimate Team sostanzialmente è molto simile ma con l’aggiunta delle Squad Battles che è, forse, la migliore novità del nuovo prodotto di simulazione calcistica. Volendo dare un giudizio definitivo, FIFA 18, è lontano dal raggiungere la perfezione, diversi problemi prima citati non sono stati risolti. Tuttavia si sono visti molti progressi e, sé dovessero interessarsi maggiormente a questi “bug” di gioco e risolverli, potremmo davvero considerarlo come una “falsa simulazione”: proprio perché rappresenterebbe in maniera molto simile il gioco del calcio reale.

0 0 vote
Article Rating