Erano le 7:39 di questa mattina (13 Agosto 2019) quando Nadia Toffa, conduttrice e giornalista, si è spenta all’età di quarant’anni presso la Casa di Cura Domus Salutis di Brescia a causa di un tumore al cervello.

Nata a Brescia il 10 Giugno 1979, ha frequentato il liceo classico Arnaldo della sua città natale e si è laureata in lettere con percorso storico-artistico all’università di Firenze.

La sua prima volta in televisione è stata a 23 anni in un’emittente locale e dal 2005 al 2009 ha lavorato per Retebrescia per poi diventare inviata e conduttrice del famoso programma Le Iene in onda su Italia 1.

Nadia Toffa insieme a alcuni degli altri inviati di Le Iene

Le prime preoccupazioni per la salute di Nadia nascono il 2 Dicembre del 2017 quando la donna, durante le preparazioni di un servizio a Trieste, ebbe un infarto e fu ricoverata all’ospedale di Cattinara.

A causa di questo incidente fu costretta a allontanarsi momentaneamente dal lavoro, per poi tornare e rivelare a Le Iene l’11 Febbraio 2018 che la sua assenza era stata dovuta al tumore il quale sembrava essere stato curato attraverso le consuete procedure di radioterapia e chemioterapia.

Purtroppo il “male”, come Nadia era solita chiamarlo, si è ripresentato nel Marzo dello stesso anno costringendola  a farsi ricoverare nel Luglio del 2019 a causa dell’aggravarsi delle sue condizioni.

Anche se la sua malattia, il cancro, è tutt’ora difficile da curare, la conduttrice non si è mai arresa e non ha mai smesso di diffondere il suo essere solare attraverso i social in cui aggiornava fan e sostenitori sul suo stato e li incoraggiava a non mollare mai.

Purtroppo però alcune persone, nonostante il suo carattere positivo e incoraggiante, non hanno compreso il bellissimo messaggio della conduttrice e hanno iniziato a insultarla e “haterarla” accusandola di usare la sua malattia per guadagnare fama.

Questi individui non si sono fermati neanche con il tragico evento della morte e hanno continuato a infangare il nome della donna.

Uno dei tanti orribili post degli hater di Nadia

Inutile dire che queste persone non hanno il minimo rispetto per una persona che forse lo meritava più di altri, una persona che non ha mai smesso di lottare contro la morte e che ha continuato a parlarne senza vergognarsi nulla.

Niente per noi sarà più come prima, ciao Nadia.

La redazione de Le Iene in un tweet in seguito alla morte di Nadia Toffa