E’ il pomeriggio del 25 Ottobre 2019 e il Liceo Scientifico Leonardo da Vinci si prepara ad accogliere gli studenti che hanno lasciato la scuola a Giugno di quest’anno in seguito alla maturità.

Ad inaugurare l’evento è la preside Donatella Frilli che, dopo aver riunito tutti i presenti nell’aula di fisica grande dell’edificio, ha presentato gli ospiti e ha introdotto il tema della giornata, ovvero la sostenibilità. Tra gli intervenuti Alberto Macchiarini (presidente dell’associazione amici del Leonardo da Vinci), Simone Orlandini(Ordinario di Agronomia UniFi e presidente della fondazione clima e sostenibilità) e gli ex-studenti  Franco Cioni e Stefano Bassi di Unicoop.

Il primo a prendere la parola è Macchiarini che ha parlato del Liceo non solo come 5 anni di scuola qualsiasi che, una volta terminati, vanno dimenticati, bensì come continuo scambio di contributi e storie tra gli studenti usciti e quelli attuali. Ha poi continuato descrivendo in breve la storia dell’associazione e della sua crescita per concludere introducendo il Professor Orlandini e il suo discorso sulla sostenibilità.

Il secondo a parlare è proprio il docente universitario che, descrivendo in generale come funzionano il clima e l’ambiente nel nostro pianeta, ha fatto un preciso quadro della situazione attuale toccando temi come l’effetto serra e inquinamento e spiegando diverse ipotesi riguardanti le pessime condizioni in cui si troverà la nostra Terra in un futuro non poi così tanto distante se non si prendono provvedimenti.

La preside ha poi invitato tutti a spostarsi nell’atrio dove hanno tenuto un discorso prima Franco Cioni e poi Stefano Bassi.

Il primo è rimasto in tema sostenibilità descrivendo i contributi di UniCoop a riguardo facendo due esempi concreti; ovvero l’approvazione della legge sui rifiuti di pesca che fino a quest’anno dovevano essere riscaricati in mare mentre ad’oggi si possono smaltire correttamente a terra  e la quasi totale rimozione della plastica dagli scaffali dei supermercati Coop.

Successivamente è stato poi proiettato un video sull’ idea dell’associazione alla manifestazione Friday for future di quest’anno.

Si è invece staccato da questo argomento Bassi che, parlando dei suoi studi su Leonardo da Vinci e del grande filosofo e storico della letteratura italiana Eugenio Garin, ha introdotto la consegna di un piccolo omaggio per i neodiplomati presenti a nominare i quali ha provveduto la preside, accompagnata dalla proiezione delle foto delle loro classi.

La serata si è poi conclusa con un brindisi accompagnato dalle note della LeoBand e tutti se ne sono andati col sorriso; si può quindi affermare che sia stata gradita da tutti i presenti.