Ieri, Domenica 15 Novembre 2020, per la prima volta nella storia della Formula 1 si gareggia ad Istanbul su pista bagnata. Le sorprese arrivano già dalle qualifiche quando, in condizioni di pista difficilissime sul bagnato, Lance Stroll si piazza in pole position, seguito da Max Verstappen e Sergio Perez. Hamilton fa il sesto tempo mentre il suo compagno di squadra Valterri Bottas il nono, male le Ferrari (undicesimo Sebastian Vettel e dodicesimo Charles Leclerc).

Alla partenza del gran premio è ottima l’accelerazione di Vettel che guadagna ben 8 posizioni e si trova terzo a lottare con Verstappen, autore di una partenza poco buona. Partono benissimo le Raicing Point che vedono primo Stroll e secondo Perez.

La pista dopo qualche giro inizia ad asciugarsi e Leclerc, che si trova in quattordicesima posizione, effettua per primo il pit stop per montare gomme intermedie. Al decimo giro Charles è il più veloce in pista, quindi in un paio di giri tutti gli altri piloti effettuano il pit stop per montare la stessa gomma del pilota della Ferrari.

Hamilton dichiara più volte al team radio di avere i freni poco funzionanti e di trovarsi in difficoltà a superare Vettel per raggiungere la quarta posizione. Al diciannovesimo giro Verstappen effettua un testacoda perchè azzarda un sorpasso quasi impossibile su Perez per la seconda posizione e si ritrova ottavo con Leclerc alle spalle, ancora il più veloce in pista.

Al trentasettesimo giro Stroll torna ai box per montare gomme nuove e lascia la leadership del gran premio al compagno di squadra Perez, che deve subito lottare con Lewis Hamilton. Il pilota inglese al primo rettilineo lo supera grazie al DRS e alla velocità della sua macchina: la rimonta di Hamilton si completa e la vittoria è sempre più vicina. Al quarantesimo giro le Ferrari compiono un capolavoro: Vettel supera Stroll e sale in quarta posizione e Leclerc supera Albon e Stroll e sale in quinta posizione. Leclerc non si accontenta e si prende anche la posizione sul compagno di squadra.

Al quarantaquattresimo giro Leclerc sale in terza posizione perchè raggiunge e supera anche la vettura di Verstappen. Pochi giri dopo si accende il duello per la sesta posizione tra i due piloti Red Bull ed è Verstappen ad uscirne vincitore. Leclerc insegue Perez fino all’ultimo giro per provare a conquistare il secondo posto ma è proprio all’ultimo giro che effettua un errore e lascia il gradino più basso del podio al compagno di scuderia Vettel.

Intanto Lewin Hamilton taglia per primo il traguardo vincendo il Gran Premio di Istanbul e diventando campione del mondo di Formula 1 per la settima volta nella sua carriera. Hamilton raggiunge lo stesso numero di titoli vinti da Micheal Schumacher. A fine gara Vettel e Perez vanno a congratularsi con il nuovo campione del mondo visibilmente commosso, immagine esemplare e che fa riflettere sull’importanza dei valori umani.

Sul podio troviamo anche Sergio Perez della Raicing Point e Sebastian Vettel della Ferrari, arriva quarto Leclerc che a 3 curve dalla fine della gara aveva la possibilità di arrivare secondo ma un suo piccolo errore ha dato il “via libera” a Perez e Vettel. Carlos Sainz arriva quinto, Verstappen finisce sesto davanti ad Albon. Lance Stroll, partito primo all’inizio del gran premio, conclude la gara in nona posizione a causa di un errore di strategia del suo team. Domenica nera per Bottas che conclude quattordicesimo.

Si conclude un week-end che entrerà nella storia per il capolavoro compiuto dal campione del mondo Lewis Hamilton. Si può ritenere molto soddisfatta la Ferrari che partendo undicesima e dodicesima riesce a conquistare un terzo ed un quarto posto.

0 0 vote
Article Rating