E’ morto a Roma Paolo Villaggio. L’attore, uno dei più grandi comici italiani, aveva 84 anni e ad annunciare la sua morte è proprio sua figlia Elisabetta che, su Facebook, posta una foto del padre giovanissimo e scrive: “Ciao papà ora sei di nuovo libero di volare”. Elisabetta e il fratello, che erano nella clinica dove era ricoverato, hanno spiegato che la morte del padre è dovuta a complicazioni del diabete, che lui stesso aveva curato poco e male.
In serata, la Casa del Cinema  ha cambiato tutte le programmazioni per proiettare alle 21.30 “Fantozzi” di Luciano Salce.
Paolo Villaggio rientra in pieno titolo nella rosa di nomi che hanno esaltato la comicità italiana: Totò, Franco Franchi, Anna Marchesini e pochi altri.
Negli anni Cinquanta, ancora giovane universitario, inizia la sua carriera partendo proprio dalla sua Genova esibendosi con Mario Baistrocchi. Si presenta progressivamente al pubblico nelle piazze d’Italia proponendo una comicità e una bravura straordinaria, che lo porteranno ad entrare nel cast di Maurizio Costanzo de Il sabato del Villaggio.  Da qui nasce l’occasione per presentare uno dei suoi personaggi divenuto ormai celebre a tutti, il ragioniere più “sfigato” e divertente d’Italia: il ragionier Ugo Fantozzi.
Oltre al personaggio di Fantozzi, ma anche quello del professor Kranz o il timido Fracchia, Villaggio ha recitato in parti più drammatiche partecipando a film di registi come Fellini, Marco Ferreri, Ermanno Olmi e Mario Monicelli. Memorabile tra le altre la sua intepretazione del colonnello Sebastiano Procolo, ne  Il Segreto del Bosco Vecchio di Ermanno Olmi (1993) tratto da un racconto di Dino Buzzati.
Tra le sue soddisfazioni, il Leone d’Oro nel 1992 e il Nastro d’argento otto anni più tardi.
Lo vogliamo però ricordare nei panni del Ragionier Fantozzi, il mitico ragioniere che ha fatto ridere ben 3 generazioni, con la sua nuvoletta perseguitrice e la sua utilitaria bianca.
A ricordarlo proprio così anche l’attrice Anna Mazzamauro (la signorina Silvani), che ha affidato alla sua pagina facebook l’addio commosso al compagno delle mille risate ma non solo: “Con lui, è morta anche la mia giovinezza – scrive l’attrice – Fantozzi è stato l’unico uomo che mi abbia veramente amato”.
La salma di Paolo Villaggio al momento si trova nei locali del Campidoglio, ma mercoledi 5 luglio raggiungerà la Casa del Cinema di Roma  dove si terranno i funerali laici alle 18:30.

 

 

 

0 0 vote
Article Rating