Scultore, pittore, ingegnere, scenografo , anatomista, uomo di scienza e molto altro. Era questo Leonardo Da Vinci, uomo simbolo dell’Italia rinascimentale, un genio assoluto che grazie alla sue capacità è diventato emblema di creatività e ragione.

2 maggio 1519: Il genio ed artista fiorentino muore ad Amboise, in Francia. Oggi, esattamente 500 anni dopo, si aprono ufficialmente le celebrazioni per il 500esimo anniversario della morte di questo incredibile personaggio. Inoltre, a pochi giorni di distanza da oggi 2 maggio 2019, Alessandro Vezzosi ( studioso di Leonardo nonché Direttore del Museo ideale Leonardo da Vinci) e la storica Agnese Sabato, (Presidente della Leonardo da Vinci Heritage) hanno annunciato il ritrovamento di una ciocca di capelli di Leonardo. Il reperto, denominato Les “Cheveux de Leonardo da Vinci”, è stato recuperato oltreoceano in una collezione americana e permetterà per la prima volta di procedere con l’analisi del suo Dna. Non tutti però sono d’accordo: per il direttore degli Uffizi, Eike Schmidt “ Questa faccenda della ciocca di Leonardo da Vinci è una cosa sciocca, nessuno specialista ci crede”. 1)

immagine della ciocca di capelli
ritrovata di Leonardo da Vinci

Numerosissimi gli eventi e le mostre previsti in tutto il mondo ed in particolare in Toscana per celebrare questo importantissimo anniversario. Tra le più significative c’è sicuramente la mostra Leonardo da Vinci e Firenze. Fogli scelti dal Codice Atlantico promossa dal comune di Firenze ed organizzata da Mus.e grazie al preziosissimo contributo di ENGIE (player mondiale dell’energia e dei servizi, che ha come obiettivo quello di guidare la transizione a zero emissioni di CO2.). La mostra presenta a Palazzo Vecchio, il luogo più rappresentativo della città, dodici carte vergate da Leonardo, provenienti dalla veneranda Biblioteca Ambrosiana e proposte in un percorso a cura di Cristina Acidini, dal 29 marzo al 24 giugno 2019.

Non da meno è l’iniziativa del liceo scientifico Leonardo Da Vinci di Firenze, che dedicherà un’intera giornata alla commemorazione di questo grande ed eclettico personaggio. Domani, 3 maggio 2019, sarà infatti possibile visitare, in sede scolastica, un’intera mostra dedicata a Leonardo ed anche partecipare a moltissime altre attività organizzate dal liceo, presentate dalla dirigente prof. Donatella Frilli.

La giornata comincerà alle 14:30 con la presentazione del rinnovato Museo Zingoni , diviso in 3 settori:

  • Strumenti di fisica: antichi strumenti, ora di nuovo funzionanti, saranno esposti in vari tavoli con dimostrazione pratica del loro funzionamento.
  •  Anatomia umana: storici modelli anatomici in gesso, tutt’oggi studiati ed utilizzati dalle università di medicina, saranno sistemati in vetrina ed aperti al pubblico.
  • Minerali e conchiglie: numerose vetrine con relativa descrizione di una vasta varietà di minerali e conchiglie.

Contemporaneamente a questo evento sarà possibile assistere alla presentazione della matematica  leonardiana (situata nelle aule di disegno al primo piano ed organizzata dagli studenti della professoressa Marini) e delbestiario di Leonardo, realizzato dai ragazzi del liceo ed illustrato dal professor Cresti.

Subito prima delle 16:30, sempre in sede d’istituto,  verrà tenuto un incontro con i ragazzi del dell’Istituto Agrario di Firenze, i quali verranno ad osservare i prodotti ottenuti dall’Hortus Officinalis in esposizione al primo piano nella zona di scienze.

Nel secondo pomeriggio ci saranno:

Alle 17:30 il saluto delle autorità: durante il quale oltre alla preside del liceo, professoressa Donatella Frilli, ed Alberto Macchiarini, presidente dell’associazione Amici del liceo Leonardo da Vinci di Firenze (che insieme spiegheranno la storia di questo evento) sarà presente anche il sindaco di Firenze Dario Nardella.

Alle 18:30 il Leonlab (laboratorio teatrale del liceo) presenterà lo spettacolo teatrale Nei misteri di Leonardo” eseguito su un testo di Eugenio Nocciolini, interprete degli scritti del genio toscano, con regia di Duccio Baroni ed Gabriele Giaffreda.

  1. Fonte:https://firenze.repubblica.it/tempo-libero/articoli/cultura/2019/05/02/news/quella_ciocca_non_e_di_leonardo_il_direttore_degli_uffizi_eike_schmidt_contesta_l_annuncio_del_museo_di_vinci-225319835/?refresh_ce