Pubblicità

Il concorso promosso da Casa Buonarroti, che ogni anno propone alle scuole superiori della Toscana un tema sulla vita del grande scultore e pittore e dei suoi discendenti, è sicuramente un appuntamento stimolante per i giovani perchè mette davvero alla prova la loro creatività. Articolato in tre sezioni – artistica, letteraria musicale – propone ogni anno un argomento stimolante con cui cimentarsi, eivtando la banalità e le facili scorciatoie.

Quest’anno poi il tema era particolarmente arduo: Casa Buonarroti e la memoria di Michelangelo. Non solo l’artista dunque, ma anche un contesto specialissimo: il palazzo, realizzato da Michelangelo il giovane, nipote dell’artista e personaggio di grande interesse, destinato ad essere non solo la dimora di famiglia, ma anche lo scrigno di una memoria storica che è patromonio dell’umanità. Oggi casa Buonarroti custodisce importanti testimonianze del suo grande avo, una bella e pregevole collezione con opere importanti come la Madonna della Scala e la Battaglia dei Centauri, oltre a disegni, modelli in cera e bronzo etc.

Ebbene, anche quest’anno ha visto una importante affermazione del Liceo da Vinci: se negli ultimi anni i nostri studenti si sono affermati nella sezione letteraria, in questa occasione hanno dato il meglio di sè anche in quella artistica. Così, se Elisa Chiofalo ha trionfato nel settore letterario con un bellissimo sonetto costruito a regola d’arte (Due lottatori), Claudio Piazzai e Andrea Malacarne si sono imposti nell’artistico vincendo il premio premio – ex aequo con il liceo Artistico Petrocchi di Pistoia. I nostri giovani hanno presentato una orginale “rivisitazione” dei centauri in filo di ferro (La morte e i centauri), mentre due studentesse del Petrocchi, Eleonora Domenicali e Giada delle Piagge, hanno presentato Frammenti di infinito.

I tre giovani vincitori

La redazione del LeoMagazine non può non rilevare come due dei tre vincitori “Leonardini”, Elisa Chiofalo e Claudio Piazzai, facciano parte dello staff del giornale, esattamente come ne facevano parte Alessio La Greca e Sara Dannaoui, che si sono affermati nelle due passate edizioni. La premiazione avverà a Casa Buonarroti mercoledì 5 giugno alle ore 16 e in quella occasione pubblicheremo il sonetto e le foto della opera. Ai giovani vincitori le congratulazioni di tutta la redazione!