Da pochi giorni su Netflix è in programmazione, la 4° stagione di una delle serie più popolari in tutto il mondo:“La casa di carta”. La serie, di genere drammatico e d’azione è stata ideata da Alex Pina. Inizialmente fu trasmessa dal canale spagnolo Antenna 3 con il titolo originale “La Casa de Papel”, ma senza alcun successo e con molte critiche. Solo dopo essere stata comprata da Netflix, ha avuto numerosi spettatori da parte di tutto il mondo, infatti tutt’oggi la serie continua ad aver maggior visibilità all’estero piuttosto che in Spagna. 

I protagonisti principali della Casa di Carta sono il “Professore”, un personaggio schivo e sfortunato, ma con una mente geniale e diabolica, che studia ogni minimo dettaglio e possibilità e che progetta un incredibile piano criminale per derubare la Zecca di Stato di Madrid, insieme alla sua squadra. La banda è composta da otto ex delinquenti con crimini alle spalle che trovano in questa missione un motivo per dare una svolta alla loro vita. I componenti vengono soprannominati, per l’occorrenza con appellativi riferiti a nomi di città per proteggere la loro identità: Tokyo, Berlino, Rio, Nairobi, Helsinki, Oslo, Mosca e Denver. La serie è girata in diverse parti del mondo: Spagna (Madrid, Toledo e Leon), Thailandia, Panama (San Blas), Argentina (Buenos Aires) e infine anche in Italia, precisamente a Firenze, dove, in Piazza Duomo e al Piazzale Michelangelo, sono state registrate alcune scene. 

Ogni stagione televisiva comprende diversi episodi ricchi di personaggi controversi, colpi di scena e continue tensioni che incollano lo spettatore allo schermo spingendolo a scoprire subito la puntata successiva. 

Le prime due stagioni della Casa di Carta raccontano la storia di otto rapinatori che sotto la guida del Professore cercano di portare a termine il loro piano: rapinare la Zecca di Stato spagnola, impossessarsi di 2,4 miliardi di euro e scappare con il bottino. Il Professore, mentre dirige dal suo bunker il colpo del secolo, sotto mentite spoglie cerca di sedurre l’ispettrice Raquel Murillo, che segue il caso. Una volta portato a termine il grande colpo alla Zecca di Stato con non pochi sacrifici e soprattutto molti morti, come Berlino (il capo), Oslo e Mosca, il Professore e il suo gruppo sono finalmente liberi di ricominciare da capo le loro vite lontano dall’Europa e anche dalla legge.

 Nella terza parte il Professore e la sua banda si riuniranno di nuovo per far fronte ad un’altra emergenza: liberare Rio che, prima di essere sequestrato e torturato dalla polizia, si trovava in vacanza assieme a Tokyo su un’isola paradisiaca coinvolgendo nuovi personaggi: Palermo, Bogotà, Marsiglia, Stoccolma e persino l’ispettrice Murillo si schiera dalla parte del Professore, ormai innamorata di lui, sotto il nome di Lisbona. 

Il piano diabolico continua, organizzando un altro colpo: rubare l’oro dalla Banca di Spagna. 

Dallo scorso 3 aprile, è uscita l’attesissima 4° stagione, proseguimento della precedente, i cui temi principali sono l’amore e la morte. Alcuni dei personaggi stanno per morire, alcuni sono creduti morti e, per tutti, come mai prima d’ora, la vita sembra appesa a un filo. Questa 4° stagione si svolge nel caos: il Professore è convinto che Lisbona (Raquel Murillo) sia stata uccisa, Rio e Tokyo hanno fatto saltare in aria un carro armato dell’esercito spagnolo e Nairobi lotta tra la vita e la morte, dopo che le è stato conficcato un proiettile in un polmone dalla polizia. 

Allerta spoiler. Clicca per mostrare

La banda passerà uno dei periodi più difficili dell’intera rapina a causa della fuga di un ostaggio, Gandìa, il capo della sicurezza della banca di Spagna, che metterà a rischio l’intera rapina tentando di contattare la polizia e rivelando i piani dei rapinatori, verrà catturato, però non prima che abbia ucciso definitivamente Nairobi.  Con la morte di Nairobi la squadra attraverserà uno dei momenti più drammatici della serie. Ormai la Banca Spagnola, obiettivo originario della rapina, è diventata una gabbia, visto che all’esterno la polizia tenta di entrare, mentre all’interno c’è Gandìa, che ha rapito Tokio e la tiene prigioniera nella panic room della banca. Nel frattempo, Lisbona sarà costretta a collaborare con la polizia e il Professore si troverà in grande difficoltà quando la vita di tutti i membri della banda sarà messa in serio pericolo. La mente diabolica attiverà un nuovo piano al fine di liberare la sua amata (Lisbona) coinvolgendo nuovi ex delinquenti al di fuori della banca. Quest’ultimo piano, tra tante difficoltà, andrà a buon fine e Lisbona verrà portata nella banca dagli altri membri. Infine un’ispettrice della polizia, Sierra, senza alcun mandato riesce a trovare il bunker dove è nascosto il Professore, la serie si conclude così, senza una fine e con il fiato sospeso. Gli otto nuovi episodi sono incentrati più sul dramma che sull’azione a differenza delle tre stagioni precedenti.

La serie televisiva si è diffusa in così poco tempo in quasi tutto il mondo grazie ai suoi contenuti intriganti che fanno appassionare giovani e adulti, ed è diventata una delle più popolari nell’ambito della programmazione televsiva. E’ caratterizzata da ritmi serrati, colpi di scena e momenti di “suspence” che intrattengono con passione il pubblico. Fra i punti di forza della casa di carta ci sono senz’altro l’imprevedibilità e la sorpresa. La serie infatti punta soprattutto all’empatia con lo spettatore sorprendendolo con continui colpi di scena sui personaggi protagonisti, finalizzati a far sentire il pubblico direttamente coinvolto nell’azione. Anche l’idea di non rivelare i veri nomi dei protagonisti rende il tutto ancora più curioso e accattivante per lo spettatore. Insomma la serie riesce a mantenere alta la tensione per tutta la durata degli episodi che filano via senza accorgersene. 

Un altro punto di forza sono le relazioni personali e i sentimenti che si sviluppano fra i personaggi della banda e che fanno avvicinare sempre più il pubblico a questa serie innovativa. 

Nel complesso la serie è ritenuta originale da parte della critica sia per la sua linearità della trama che, allo stesso tempo, per la sua realtà avvincente e coinvolgente per il pubblico televisivo. 

Anche se è uscita ora la quarta stagione, il pubblico non vede l’ora che esca anche la quinta per sapere come andrà a finire questa emozionante ed intrigante vicenda.

0 0 vote
Article Rating