Lo scorso fine-settimana il circuito del Mugello ha ospitato più di 160mila persone entusiaste, ma anche preoccupate, di vedere Valentino Rossi rimontare sulle due ruote dopo l’infortunio che ha avuto lo scorso giovedì  in allenamento con il motocross.

 

L’apertura delle tre gare al Mugello è stata celebrata da una toccante cerimonia in ricordo del pilota americano Nicky Hayden scomparso lo scorso 22 Maggio. Prima dell’inizio della gara della Moto3 sono state portate in pista le moto con cui il pilota ha gareggiate in SBK e la sua ultima moto nella MotoGP. E’ stato ricordato con 69 (il numero con cui correva) secondi di silenzio . Molti sono stati i piloti che hanno adornato le loro moto e caschi per rendere omaggio al compagno e amico. In particolare Valentino ha cambiato il suo “46” in un “469”.
Per gli italiani domenica è stata una giornata trionfale: 3 vittorie nelle 3 categorie. I due italiani a salire sul podio per la Moto3 e per la Moto2 sono rispettivamente Andrea Migno e Mattia Pasini. Lo stesso Valentino ha detto “ Mi dispiace per me ma per l’Italia è stato un grande giorno, la festa magari sarebbe stata completa se ci fossi stato anche io sul podio però è stato comunque bello”.

 

Anche se il pesarese non è salito sul podio è riuscito comunque a regalare una bella gara ai suoi fan che sono lo stesso soddisfatti di vedere un altro italiano ottenere il primo posto: Andrea Dovizioso. Il dottore, che è partito secondo dietro a Vinales, è riuscito a condurre la gara per i primi giri. Poi i dolori della caduta in allenamento hanno iniziato a farsi sentire e, come lui stesso ammette, non ce la faceva più e soprattutto aveva avanti a se tre piloti più veloci. Considerando i precedenti ha comunque condotto una bella gara classificandosi appena sotto il podio, quarto, superato da Vinales (in seconda posizione) e dall’italiano Petrucci (in terza posizione).

0 0 vote
Article Rating