Pubblicità

Finita da pochi giorni la fiera di Las Vegas, Ces (Consumer Electronics Show), che riunisce dal 1967 gli appassionati di tecnologia da tutto il modo e anche quest’anno conta più di 180 mila visitatori. Un’esposizione che riguarda in particolare l’elettronica di consumo, ovvero tutti quei prodotti elettronici presenti nelle nostre case : televisori, computer, stampanti e altro. Dal 2019 in particolare il settore tecnologico si affianca ad un altro, l’automobilistico, introducendo sia riedizioni di veicoli già esistenti ,che novità in campo di auto-pilot(guida autonoma) e assistenza personale.

Mercedes-Benz porta nel suo padiglione la seconda generazione della classe CLA, con un nuovo aspetto sia dentro che fuori. Il frontale inclinato in avanti e le porte prive di cornice indicano sportività così come il nuovo abitacolo caratterizzato da un pannello frontale che integra 2 display widescreen HD, dove la parte sinistra è dedita alla classica strumentazione con contagiri e tachimetro mentre la destra mostra i contenuti infotainment(musica, radio,navigazione,impostazioni). La vera protagonista però è la Mercedes-Benz User Experience o MBUX, la nuova interfaccia di intelligenza artificiale realizzata dalla casa tedesca che consente di interagire con l’auto tramite messaggi vocali. Capace di adattarsi alle abitudini dell’utente , creando così un collegamento tra vettura e guidatore, MBUX si attiverà con la parola chiave “Hey Mercedes” tramite la quale sarà possibile svolgere varie funzioni come :

Cambiare stazione radio.

Cambiare l’illuminazione (ovvero il colore dei Led)

Climatizzazione

Navigare su internet

Impostare una destinazione

Meteo o semplicemente fare una chiamata.

Bmw presenta a Las Vegas la loro visione di auto del futuro con BMW Vision iNext. L’idea di un veicolo che, oltre ad essere molto tecnologico e a zero emissioni mostra interni completamente cambiati, fuori dal comune; un abitacolo dove il legno pregiato si lega con il tessuto Jacquard cucito a mano e l’Alcantara in Purus Rosé per trasmettere un senso di fiducia e calma. La futura BMW avrà dunque due modalità di guida : autonoma e tradizionale ( rispettivamente Ease e Boost ). La prima di livello 4, non disponibile ancora nel commercio, dove il veicolo è totalmente autonomo e non necessita della supervisione del guidatore. Mentre per quanto riguarda la tradizionale non c’è bisogno di spiegazione perchè è la classica guida con volante e pedali.

Byton, un brand cinese che sicuramente molti non hanno mai sentito, riporta nuovamente al Ces il  SUV M-Byte, un veicolo tutto nuovo che si distingue dalla massa per il suo mega schermo da ben 48 pollici. Le versioni disponibili saranno 2, la prima ,ovvero quella base, con un motore da 272 cv, 400 Nm di coppia e una batteria da 71 kWh (autonomia di circa 400km). La seconda ,una versione lievemente più sportiva, con 476 cv, 700 Nm di coppia e una batteria da 95 kWh (autonomia di circa 500 km). Per quanto riguarda il prezzo la M-Byte partirà da 45.000 dollari che per il settore in cui si classifica non è assolutamente male.