Per chi è appassionato di libri, per coloro i quali hanno sempre avuto come sogno nel cassetto di scriverne uno, non c’è occasione migliore che recarsi dal 21 Marzo 2020 al Teatro Niccolini di Firenze, che ospiterà “Firenze Scrive”: il corso di scrittura creativa promosso dal gruppo editoriale Polistampa. Il progetto permette a chiunque di mettersi alla prova, di esprimere le proprie opinioni e idee nel modo migliore e affascinante possibile. Dietro la cattedra sarà Serena Bedini, scrittrice e giornalista laureata in filologia moderna, che coinvolgerà i partecipanti di ogni età a sperimentare nuovi stili e generi e a conoscere persone dalla voce ed esperienza diversa come gli editori, redattori e autori Riccardo Nencini e Vanni Santoni. Il corso di scrittura creativa sembra creato apposta in risposta a questo periodo, in cui è comune sentir parlare di crisi del libro e crisi della lettura; si nota in effetti il profondo cambiamento tra i grandi classici (che spesso però vengono associati al vecchio e considerati solo nelle brevi ore di letteratura a scuola) e gli ultimi best seller pubblicati (ad esempio il volume di Giulia De Lellis: influencer diventata famosa con Uomini e Donne, la quale ha dichiarato di non aver mai letto un libro in vita sua) che, in paragone, non hanno ben nulla a che vedere. Ma attenzione, questo non vuol dire che libri degni di questo nome non esistano più, esistono eccome! Esistono perchè prodotti da scrittori e scrittrici che leggono, studiano, frequentano i corsi e solo a sentir nominare il cosiddetto ghost writer fuggono. Non c’è da dimenticare che l’Italia è la terra di grandi scrittori, l’arte del poeta o dello scrittore è considerata sacra per la nostra cultura, ed è per questo motivo che anche a Firenze, città madre della letteratura, non mancano i corsi e programmi di scrittura creativa utili per chi vuole apprendere tecniche per narrare in modo accattivante e leggere in maniera consapevole. “Firenze Scrive” ha la durata di quattro mesi e prevede tre ore di lezione ogni sabato mattina dalle ore 10.00 alle 13.00 per un totale di 36 ore (12 incontri nel totale). I contenuti e gli argomenti che verranno trattati sono: comprendere cos’è un testo narrativo, affrontare il blocco dello scrittore, le tecniche per immaginare una storia: i docenti di scrittura creativa infatti considerano fondamentale saper osservare e ascoltare di modo che l’ispirazione per una bella storia possa essere tratta anche da un semplice fatto di vita quotidiana. Inoltre non vengono ignorati gli elementi “più tecnici” della scrittura come: le figure retoriche, il dialogo, neologismi e creatività, il reportage narrativo. Il progetto però non prevede soltanto di imparare ascoltando, durante tutto il corso gli studenti dovranno consegnare degli elaborati che soltanto alla fine saranno valutati da un’apposita commissione composta da: Cosimo Ceccuti, presidente della Fondazione Spadolini-Nuova Antologia, Mauro Pagliai, titolare della casa editrice Polistampa, e Pietro Spirito, giornalista e scrittore. Il testo ritenuto migliore, a insindacabile giudizio della commissione, sarà pubblicato da una casa editrice del gruppo Polistampa. Le iscrizioni a “Firenze Scrivi” sono aperte dal 10 gennaio e inoltre, una presentazione del corso si terrà giovedì 30 gennaio alle 18.00 alla Libreria del Teatro Niccolini (via Ricasoli, 3 ad un passo dal Duomo).

Prezzo: il corso ha un costo complessivo di 510 € + IVA. Le iscrizioni entro il 21 febbraio avranno un prezzo speciale di 410 € + IVA. Per iscriversi, o richiedere ulteriori informazioni, inviare una mail a info@eventipagliai.com o telefonare allo 055 7378721.

0 0 vote
Article Rating