A Livorno, dal 7 al 22 settembre, il Teatro Goldoni apre il sipario nei quartieri: inizia la 4aedizione del festival di teatro di narrazione “Scenari di Quartiere”. L’inizativa è stata presentata alla stampa al teatro della Pergola di Firenze Giovedì 4 agosto.

Nel 2016 Fabrizio Brandi e Marco Leone idearono questo progetto, riprendendo il vecchio spirito popolare e semplice e familiare della recitazione. Si cerca di far conoscere il teatro a chi magari non vi è mai entrato, a chi potrebbe essersi scordato come può emozionare, a chi vorrebbe frequentarlo ma non può permetterselo, ma non solo: si vuole favorire le relazioni, il contatto attore-pubblico, la condivisione dei pensieri.

Noti artisti come Bobo Rondelli e Giobbe Covatta, daranno vita alle piazze con i loro monologhi, l’ingresso sarà gratuito e verranno messe a disposizione 200 sedie, ma nessuno vieta di portarsele da casa. Inizieranno alle ore 19:00 e in caso di maltempo si terranno alla Casa della Cultura, eccetto quello del 15 settembre che si terrà al Goldoni. Dato che l’idea viene appoggiata dall’Associazione Quartieri Uniti di Livorno, vi sarà uno spettacolo in ognuna delle seguenti zone: Shangay, Garibaldi, Collinaia, San Jacopo, Antignano, Benci centro, Sorgenti, Ovosodo, Fabbricotti.

Fabrizio Brandi racconta: “C’è un apino che fa il fritto che ci segue. Quindi le persone dopo rimangono a fare l’aperitivo. E tutto diventa una sorta di incontro di discussione sull’esibizione.”

Marco Leone lo definisce un clima di grande umanità.

 Senz’altro il palcoscenico ha la sua meraviglia artificiosa, ma l’arte non ha un luogo e dunque resta affascinante anche se estrapolata dal teatro e portata in piazza.

Questa la fase estiva.

In quella invernale gli appartamenti sostituiranno le piazze: chiunque voglia potrà mettere a disposizione la propria casa per una di queste rappresentazioni e tramite una selezione ne verrà scelta una per quartiere. Niente camerini, dunque finito il monologo la serata proseguirà con la conoscenza a tu per tu dell’attore e magari con un rinfresco.

Questo il programma della fase estiva:

  • Sabato 7 settembre via Turati (Quartiere SHANGAY) COS’ HAI DA GUARDARE – Bobo Rondelli chitarra e voce Steve Lunardi violino – Claudio Laucci pianoforte.
  • Domenica 8 settembre piazza del Castello (Quartiere ANTIGNANO) ITALIANI CINCALI di Nicola Bonazzi e Mario Perrotta Interpretato e diretto da Mario Perrotta.
  • Giovedì 12 settembre via Fortunato Garzelli, 11 (Quartiere COLLINAIA) DIARIO DI PROVINCIA – di e con Oscar De Summa.
  • Venerdì 13 settembre Scoglio della Regina (Quartiere SAN JACOPO) DOBBIAMO UN GALLO AD ASCLEPIO – Monologo sull’origine della filosofia di e con Roberto Mercadini.
  • Sabato 14 settembre piazza Magenta (Quartiere MAGENTA) FONTAMARA dal romanzo di Ignazio Silone – adattamento e drammaturgia Francesco Niccolini con Angie Cabrera, Stefania Evandro, Alberto Santucci, Rita Scognamiglio, Giacomo Vallozza regia Antonio Silvagni.
  • Domenica 15 settembre piazza XX Settembre (Quartiere OVOSODO) IL CHE, MIO FRATELLO JUAN MARTIN GUEVARA – Intervista a Juan Martin Guevara condotta da Antonio Cervi e Eva Giovannini e lettura dei brani più significativi tratti del libro Il Che, mio fratello. Voce narrante Fabrizio Brandi.
  • Venerdi 20 settembre piazza Cavallotti (Quartiere BENCI-CENTRO) FELICE – di Michele Crestacci e Alessandro Brucioni con Michele Crestacci produzione mo-wan teatro – coproduzione Scenari di Quartiere – Fondazione Teatro Goldoni.
  • Sabato 21 settembre piazza Gavi (Quartiere BORGO CAPPUCCINI) AMORE E PSICHE – di e con Daria Paoletta Domenica 22 settembre Villa Fabbricotti (Quartiere FABBRICOTTI) LA DIVINA COMMEDIOLA di e con Giobbe Covatta.