Il Teatro della Pergola presenta Gabriele Lavia nel duplice ruolo di attore e regista per ben sei date, dal 17 al 22 gennaio 2023, portando a Firenze una importante commedia del drammaturgo siciliano Luigi Pirandello: Il berretto a sonagli.

Il dramma si apre con l’inaspettata scoperta di Beatrice del tradimento di suo marito con la moglie del copista Ciampa, decidendo di denunciare l’adulterio. Entrambe le famiglie coinvolte in questo scandalo cercano, invano, di fermare la scelta di Beatrice, ritenuta impulsiva e oltraggiosa. Le voci riguardo l’accaduto iniziarono ben presto a serpeggiare tra i concittadini, portando turbamento e vergogna nelle due case. Ciampa, preoccupato più per l’opinione altrui che del suo matrimonio ormai finito, rabbrividisce all’idea di sé stesso con indosso il berretto a sonagli, caratteristico del buffone, iniziando così a diffondere voci fallaci riguardo la salute mentale di Beatrice stessa, riuscendo a convincere tutti della falsità del tradimento. La vicenda si concluderà con un tragico epilogo.

In quest’opera Pirandello evidenzia in particolar modo l’importanza che viene data all’opinione pubblica e alle apparenze, superando perfino il valore della verità. Ciampa, un uomo qualunque della sua città, non vuole presentarsi al pubblico con la maschera di colui che è stato tradito, ma mantenere segreto il suo vero io, ferito e deluso. In questa tragica commedia emerge un tema ricorrente nelle opere pirandelliane: la follia, vista come unico mezzo per evadere dalle convenzioni imposte dalla società, al crudele prezzo dell’emarginazione da essa. Le parole di un folle si alleggeriscono del loro peso, accolte dal pubblico come insignificanti, se non comiche. L’unico modo che Ciampa trova per convincere tutti dell’improbabilità del tradimento, infatti, è rinchiudere la scoperta di Beatrice nella sfera della follia.

Gabriele Lavia, nel suo ruolo di regista e di attore, ci offrirà una visione a tutto tondo della società malvagia e ipocrita descritta da Pirandello, accompagnata da un’aspra comicità.

Assieme a Gabriele Lavia, che vestirà i panni del protagonista Ciampa, ci sarà Federica Di Martino, sua coniuge, la quale interpreterà nell’opera Beatrice Fiorica, Francesco Bonomo reciterà come Fifì La Bella, Matilde Piana si calerà nei panni della Saracena, Maribella Piana sarà l’anziana serva Fana, Mario Pietramala come il delegato Spanò, Giovanna Guida sarà Assunta La Bella, mentre Beatrice Ceccherini interpreterà Nina Ciampa. Le scene della commedia sono state ideate da Alessandro Camera. I costumi degli attori saranno di Matilde AnnisCarlotta BufaliniFlavia GarbiniLudovica OttavianiValentina PoliStefano Ritrovato e Nora Sala, allievi del terzo anno dell’Accademia Costume & Moda, coordinati dal celebre costumista Andrea Viotti. Le musiche che accompagneranno l’opera saranno quelle di Antonio Di Pofi e le luci di Giuseppe Filipponio

17 – 22 gennaio | Teatro della Pergola

(martedì, mercoledì, venerdì, sabato, ore 21; giovedì, ore 19; domenica, ore 16)

Gabriele Lavia Federica Di Martino in

IL BERRETTO A SONAGLI

di Luigi Pirandello

con Francesco Bonomo, Matilde Piana, Maribella Piana, Mario Pietramala, Giovanna Guida, Beatrice Ceccherini

scene Alessandro Camera

costumi ideati dagli allievi del Terzo anno dell’Accademia Costume & Moda Matilde Annis, Carlotta Bufalini, Flavia Garbini, Ludovica Ottaviani, Valentina Poli, Stefano Ritrovato, Nora Sala

coordinatore Andrea Viotti

musiche Antonio Di Pofi

luci Giuseppe Filipponio

regia Gabriele Lavia

produzione Effimera, Diana Or.i.s.

Durata: 2h e 15’ minuti, con intervallo.

5 3 votes
Article Rating